TUIfly.com - Willkommen an Bord airberlin.com - Your Airline.
O mè paisi cu amuri e cu duluri
U MACCARISI MUDERNU
Me matri quann'era piccidditu
APPOI DUMANI
MATRI MIA BEDDA TU CHI MI SCUTI
DISCURSU PERSU CU GUIDU TURINU
A Marcu Farcuni- Sinnacu chi¨ giuvanu d'Italia
APPOI DUMANI



APPOI DUMANI

APPOI DUMANI- POESIA 1° CLASSIFICATA AD UN CONCORSO DI POESIA A CALTAGIRONE NEL 2007

Eecco la motivazione della giuria:

La natura umana si svela nella sua interezza umana frammentata... il ripetersi continuo di
" Appoi dumani cangiu" invita il lettore a soffermarsi sul senso della inutilità di un cambiamento che mai avverrà, di promesse vanificate... nemmeno quelle più intime o fugaci come il fumare il lasciarsi affascinare dall'altro sesso... nemmeno quelle di vivere una vita di dissoluta ricchezza e velleità.
La vera poesia emerge nella sua intensità maggiore quando il poeta si esprime dicendo che "Non ruberà più parole al sole" o quando volutamente intende dimenticare di ringraziare il Signore facendo passare questi comportamenti come fatti negativi... come involuzione di comportamenti che la società non accetta più come valori ma come false identificazioni mielose che la gente non vuole capire.
Lo scrivere poesie qui appare una mistificazione da far tacere, un gettarsi tra evanenscenti velleità che hanno senso solo fra quattro mura dove non verranno mai ascoltate, poiche ritenute improprie dalla gente comune, da coloro che sconoscono il limite divino che esiste tra realtà e la sua incarnazione prossima e quotidiana. La società ha posposto i valori primari e ha dimenticato che la fortuna può risiedere nelle cose più semolici come camminare, pensare, agire e avere un tetto per sognare...la gente ascolta i forti... gli scaltri... i mistificatori delle parole e rifiuta di ascoltare il suo vento tormentoso di parole considerate solo acqua sporca per i porci.
Il poeta vorrebbe assumere la forma di un nuovo demonio, ma sa bene che, la vera essenza del vivere risiede nelle tasche piene di parole e che un domani si susseguirà sempre, seguendo un percorso che non avrà mai una svolta.
Poiche il domani è lo stesso giorno di ieri anche se ieri i pensieri pensavano a un domani.
LA GIURIA





APPOI DUMANI





Appoi dumani cangiu

nan fumu chiu'
nan bivu chiù litri di caffè .
Mi votu e mi risbottu
appoi dumani
passa la cervicali
li duluri nni li gammi
e mi giru e mi rigiru
poviru lettu
chi senti li mè duluri.
Appoi dumani
passanu
cangia
cangiu.
Si, si, appoi dumani…
nna robbu chiù paroli a lu suli
a li libri
a la genti
a la scrivania
chi tira sciumi di paroli
'mpiccicati nni sti quattru muri
ca sputazza di sta lingua ‘ mara.
Si, si, appoi dumani cangiu
Quannu vidu fimini beddi
chi mi talìanu
cu occhi brillantini
ca facci luminosa
e ci vidu lisciari la lingua nni li labbra
li denti nni li labbra
e sentu battiri lu so’ sangu
nni li mè vini
e mi chiana ‘na cosa a lu cori
e veni ddu mumentu
ciù lu dicu chi sunu beddi
e chi vogghiu fari subitu l’amuri
nan calu chiù l’occhi ‘n-terra
pi caminari nni li faudi di lu munnu
e na vogghiu sapiri
di ‘stu me rispettu
di ‘stu appariri
amicu
frati
patri.
Si, si, appoi dumani
mi scordu lu Signuri
i deci cummmannamenti
e non lu ringraziu chiù
di ‘st'occhi,
di ‘sti manu
di sti gammi
di ‘stu cori
di ‘stu ciriveddu.
Chi nni capisci la genti
chi mè sintùtu furtunatu
prichì parru
caminu
penzu
e c’haiu avutu ‘n-cessu pi cacari
di notti 'na cuperta
e mè bastatu svigghiarimi
mattina pi mattina
taliannu ‘u nidu di lu suli.
Si, si, dumani cangiu
Mi ‘ffittu 'na villa a lu mari
p’u misi
e ci dicu chi mè divirtutu
pi ddi jorni tutti i stissi.
Dumani cangiu
si cangia .
Nan cercu chiù puisii
m’affruntu a parrarinni
e na nn’haiu cu cu parrarinni.
Appoi Dumani
mi chiantu nna bannera 'm-pettu
fazzu pulitica
mi ‘n-cazzu e diventu
forti
spertu
e 'n-fami.
Si, ara cangiari
stu dimoniu chi manna puisii:
soffru
pi jinchiri li scianchi a la genti?
Lu tempu cangia
iu no?
chi sugnu ventu turmintusu
acqua tribula p’i porci
terra cuncimata p’i l’inzetti
notti senza stiddi p’i civetti
lamentu di soni antichi
cantu di tanti canti
carni ‘rristùta p'ì crivacchi
sangu duci p’i sanguetti
cinniri p’i li mè morti
spiritu di st’arma.

Si, si, dumani cangiu

cangia.

E già e’ dumani
chi e’ comu ajeri
e campu
comu fussi l'autru jeri
chi sacchetti chini di paroli
chi vaju sduvacannu
a casa casa.
nni sti fogghi bianchi.
Spettu sempri
dumani
dumani
e lu suli nan spunta mai a tramuntana.

Si, si,cangiu

appoi dumani…

nan ci sugnu mai

TRADUZIONE

POI DOMANI





Poi domani cambierò

non fumerò più

non berrò più litri di caffe’.

Mi giro e mi rigiro

poi domani

passerà la cervicale

i dolori nelle gambe

e mi giro e mi rigiro

povero letto

che sente i miei dolori.

Poi domani

passeranno

cambierà

cambierò.

Si, si, poi domani…

non ruberò più parole al sole

ai libri

alla gente

alla scrivania

che tira fiumi di parole

appiccicate in queste quattro pareti

con la saliva di questa lingua amara.

Si, si, poi domani cambierò.

Quanto vedrò femmine belle

che mi guarderanno

con occhi brillantini

con la faccia luminosa

e le vedrò lisciare la lingua sulle labbra

i denti tra le labbra

e sentirò battere il loro sangue

nelle mie vene

e mi salirà una cosa al cuore

e verrà quel momento

glielo dirò che sono belle

e che vorrò fare subito l’amore

non abbasserò gli occhi per terra

per camminare nelle falde del mondo

e non vorrò sapere

di questo mio rispetto

di questo apparire

amico

fratello

padre.

Si, si, poi domani

mi scorderò il Signore

i dieci Comandamenti

e non lo ringrazierò più

di questi occhi

di queste mani

di queste gambe

di questo cuore

di questo cervello.

Cosa ne capisce la gente

che mi sono sentito fortunato

perché parlo

cammino

penso

e che ho avuto un cesso per cagare

di notte una coperta

e mi è bastato svegliarmi

mattina per mattina

guardando il nido del sole.

Si, si, domani cambierò

mi affitterò una villa al mare

per un mese

e le dirò che mi sono divertito

per quei giorni tutti uguali.

Domani, cambierò

si cambierà.

Non cercherò più poesie

mi vergogno a parlarne

e non ho con chi parlarne.

Poi domani

mi pianterò una bandiera in petto

farò politica

mi incazzerò e diventerò

forte

scaltro

infame.

Si dovrà cambiare

questo demonio che manda poesie

soffro

per riempire i fianchi alla gente?

il tempo cambia

io no?

che sono vento tormentoso

acqua sporca per i porci

terra concimata per gli insetti

notte senza stelle per le civette

lamento di suoni antichi

canto di tanti canti

carne arrostita per gli sparvieri

sangue dolce per le sanguisughe

cenere per i miei morti

spirito di quest’anima.

Si, si, domani cambierò

cambierà.

E già è domani

che è come ieri

e campo

come fosse l’altro ieri

con le tasche piene di parole

che vado svuotando

per la casa

in questi fogli bianchi

Aspetto sempre

domani

domani

e il sole non spunta mai a tramontana.

Si, si, cambierò

poi domani….

Non ci sarò mai.




 

Giuseppe Bonura

16.11.2018 - xhjPhite (http://cialishwzbm.com/)
buy cheap cialis <a href="http://cialishwzbm.com/">buy cialis</a> tadalafil best price <a href=http://cialishwzbm.com/>cialis buy</a>

15.11.2018 - bshPhite (http://cialisgeans.com/)
buy tadalafil <a href="http://cialisgeans.com/">đ┐»ĐŚcialis online</a> tadalafil cialis <a href=http://cialisgeans.com/>buy cialis online</a>

14.11.2018 - vsfCrita (http://hpviagrajoagin.com/)
name brand viagra <a href="http://hpviagrajoagin.com/">buy generic viagra online</a> what is viagra <a href=http://hpviagrajoagin.com/>Viagra prescription</a>

14.11.2018 - afbSurne (http://generichviagraarnc.com/)
generic viagra <a href="http://generichviagraarnc.com/">generic viagra</a> viagra buy <a href=http://generichviagraarnc.com/>Viagra without a prescription</a>

14.11.2018 - nwtSpows (http://cialisgessa.com/)
cialis cost <a href="http://cialisgessa.com/">generic cialis</a> cialis canada <a href=http://cialisgessa.com/>cialis online</a>

Clicca qui per commentare
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 Avanti