TUIfly.com - Willkommen an Bord airberlin.com - Your Airline.
O mè paisi cu amuri e cu duluri
U MACCARISI MUDERNU
Me matri quann'era piccidditu
APPOI DUMANI
MATRI MIA BEDDA TU CHI MI SCUTI
DISCURSU PERSU CU GUIDU TURINU
A Marcu Farcuni- Sinnacu chił giuvanu d'Italia
MATRI MIA BEDDA TU CHI MI SCUTI



MATRI MIA BEDDA TU CHI MI SCUTI

LE MADRI ASCOLTANO SEMPRE I PROPRI FIGLI, ANCHE SE DICONO CA...VOLATE COME QUELLE DI QUESTI VERSI



Matri, mi vidi sulu caminari / Ma re, mi guardi solo camminare
nno paisi p’i strati ‘mmenzu a via / in paese per le strade in mezzo alla via
però nan ti spagnari tu di mia / però non ti spaventare di me
si a tistazza piaci fantasiari. / se alla testaccia piace fantasticare.

Ora chi mi truvavu ‘a puìsia / Ora che mi ha trovato la poesia
mi portu nni stu cori e Santi e a Diu / mi porto in questo cuore ai Santi e a Dio
c’a genti discurriri mi siddìu / con la gente discutere mi secca
e pari chi parrassi ô celu e a mia. e sembra ch’ io parli al cielo e a me.
/

Di notti ntrasi e mi spirtusa ‘u cori / Di notte entra e mi buca il cuore
pigghia l’arma e si ‘n torci nne buredda/ / prende l’anima e si torce nelle budella
mi bruscia ‘u sangu ‘a carni e ‘a vavaredda / mi brucia il sangue la carne e la pupilla
nan si ni va matri si puri mori. / non se ne va madre se pure muori.

Ha divintatu comu malattia / E’ diventata come malattia
senza puisia nan pozzu stari / senza poesia non posso stare
di bottu veni nan si fa mannari / di botto viene non si fa mandare
pi cuntintari comu figghiu a tia. / per contentare come figlio a te.

Tu mi vidivi sempri cu l’amici / Tu mi vedevi sempre con gli amici
ma tannu eramu tutti nui sinceri / ma allora eravamo tutti noi sinceri
e si sintivanu di mia fieri / e si sentivano di me fieri
perciò mpiccicavanu comu pici. / perciò appiccicavano come pece.

Seculi fa scrivìva Ciciruni / Secoli fa scriveva Cicerone
chi babbi e scillirati su’ l’amici / che stupidi e scellerati sono gli amici
quannu poi diventanu pulitici / quando poi diventano politici
scemi si ‘cchiappanu prichì minchiuni. / scemi litigano perché minchioni.

Matruzza, tu nan mi rimpruverari / Madre, tu non rimproverarmi
si zappu ‘i favi chi papà lassavu / se zappo le fave che papà lasciò
è prichì dda terra ‘n-vita pinzavu / è perché quella terra in vita pensò
puru prichì nna mi va ri sciarriari. / pure perché non mi va di litigare.

Da terra mi bivu e mi mangiu ‘u succu / Della terra mi mangio e mi bevo il succo
‘n-silenziu mi talìu ‘u beddu criatu / in silenzio mi guardo il bel creato
e sugnu ri jornu maravigghiatu / e sono di giorno meravigliato
pi tutta ‘a biddizza restu di stuccu. / per tutta la bellezza resto di stucco.

‘ I passareddi mangianu ‘u puseddu / I passerotti mangiano il pisello
‘i lucertuli si pigghianu ‘u suli / le lucertole si prendono il sole
l’erba nan mangianu chiù scecchi e muli / l’erba non mangiano più asini e muli
ristànnu e terri terri pi manteddu. / restando per terra come mantello.



E jocanu l’inzetti e ‘i farfalleddi / E giocano gli insetti e le farfalline
cu ventu caminanu ‘i mè pinzeri / con il vento camminano i miei pensieri
nno celu chiaru giranu ‘i spriveri / nel cielo chiaro girano gli sparvieri
nna rama stannu du’ babbaluceddi. / nella rama stanno due piccole lumache.

E du’ scursuneddi fannu l’amuri / E due serpentini fanno l’amore
cantanu ‘i petturrussi ch’i fringueddi / cantano i pettirossi con i fringuelli
‘a cucca fa rizzari carni e peddi / la civetta fa arricciare carne e pelle
ca carcarazza tuttu è ‘n-calùri. / con la gazza tutto è in calore.



Nno silenziu trovu a mia e ô mè passatu / Nel silenzio trovo a me e al mio passato
tutta a ragiuni di sta mè esistenza / tutta la ragione di questa mia esistenza
dô beddu Signuri trovu l’essenza / del bel Signore trovo l’essenza
e ‘stu cori mi sentu libiratu. / e questo cuore mi sento liberato.

Penzu tanta genti dô mè paìsi / Penso tanta gente del mio paese
chi ntrama nna chiazza odiu e murmurìu / che trama in piazza odio e mormoro
e nnan si godi chi lassavu Diu / e non si gode ciò che ha lasciato Dio
lassànnu ‘u tirrenu senza maìsi. / lasciando il terreno senza coltivato.

Cianciu dda genti chi nann’ha caputu / Piango la gente che non ha capito
chi ‘u rancuri veni dô duluri / che il rancore viene dal dolore
prichì nann’havi chiù e nan duna amuri / perché non ha più e non da amore
e a havi cu sbribigghiu ‘u sò cori mutu / ed ha con lo sparlare il suo cuore muto.

Cianciu a iddi chi su’ sempri dispirati / Piango a loro che sono sempre disperati
prichì su’ sempri ‘mparrascinu cu tutti / perché sempre sparlano di tutti
e nan si godunu ‘a vita e ‘a saluti / e non si godono la vita e la salute
e ô nostru Signuri nan su’ grati. / e al nostro Signore non sono grati.

Di stu prisenti e di ‘sta brutta scena / Di questo presente e di questa brutta scena
matri, a iddi vidu suli a la stranìa, / madre, a loro vedo soli e come estranei
e mi portu tanta malincunìa / e mi porto tanta malinconia
intra ‘stu cori chi si ni va mpena. / dentro questo cuore che se ne va in pena.

Perciò tu nan pinzari chiù a mia / Perciò tu non pensare più a me
prichì simenta tegnu di mè patri / perché semenza tengo di mio padre
di sta Sicilia sti pinzeri latri / di questa Sicilia questi pensieri ladri
e sangu, carnuzza e armuzza di tia. / e sangue, carne e anima tua.

Di sta Sicilia bedda, ma buttana / Di questa Sicilia bella, ma puttana
chi si spicchiulìa nno celu e nno mari / che si specchia nel cielo e nel mare
chi ha mannatu tanti figghi sò cari / che ha mandato tanti figli suoi cari
pi stringiri poi tanta genti strana. / per stringere poi tanta gente straniera







Tutti l’arabi i latini e ‘i fenici / Tutti gli arabi i latini e i fenici
s’abbrazzaru, d’e greci e d’e rumani / se l’abbracciarono, dai greci e dai romani
si fici basulìari pedi e mani / si fece sbaciucchiare piedi e mani
ch’i francisi e i spagnoli sai cchi fici? / con i francesi e gli spagnoli sai cosa fece?

‘Na finta guerra chi so’ beddi figghi / Una finta guerra con i suoi bei figli
m-pocu murìnu, m-pocu si sparpagghianu / un poco morirono, un poco si sparpagliarono
e cu tuttu ddu sangu ô chianu chianu / e con tutto quel sangue per terra
chiamau l’austriaci pi fari stigghi. / chiamò gli austriaci per fare festa.

Chiamavu puru genti dô cuntinenti / Chiamò pure gente del continente
e surdati tereschi e ‘miricani / e soldati tedeschi e americani
chi ci ni ficiru guai quantu e cani / che gliene fecero guai quanto ai cani
lassannu i figghi c’a rabbia nne denti. / lasciando i figli con la rabbia nei denti.

Chi pi fami scappanu ô munnu munnu / Che per fame scapparono nel mondo
sciugghiuti nne paisi e strati strati / sciolti nei paesi per le strade
disiannu pani e bramannu ‘u sò latti / desiderando pane e bramando il suo latte
e p’u disìu si nni vannu ô funnu. / e per il desiderio se ne vanno a fondo.

Matri mia bedda tu chi mi scuti / Madre mia bella tu che mi ascolti
nan sugnu iu sulu l’omu a la stranìa / non sono solo io l’uomo forestiero
ma l’arma sti figghi hannu chi smanìa / ma l’anima hanno questi figli che smania
e ‘i cori niri ncutrunuti e muti. / e i cuori neri, duri e muti.

L’occhi hannu sichi comu fenu e pagghia / Gli occhi hanno asciutti come fieno e paglia
e chiù na jnchiunu sciumu p’u mari / e più non riempiono fiume per il mare
‘n pocu cca, ‘n-pocu ddà hannu ‘i sò cari / un poco qua, un poco là hanno i loro cari
nan sannu cu cu stenniri a tuvagghia. / non sanno con chi apparecchiare la tovaglia.

Iu puru dô munnu giraiu ‘i gnuni / Io pure del mondo girai gli angoli
tutta ‘a genti sentiva comu frati / tutta la gente sentivo come fratelli
circaiu di canuscìla e strati strati / cercai di conoscerla per le strade
ma ‘a truvaiu sarvaggia comu liuni. / ma, la trovai selvaggia come leoni.

Ora nan pozzu perdimi pi via / Ora non posso perdermi per via
parru ch’i stiddi e nan mi sentu sulu / parlo con le stelle e non mi sento solo
haju ‘a testa chiù dura dô sceccu e ‘u mulu / ho la testa più dura dell’asino e del mulo
amu i mè du’ figghiti e a puisia. / amo le mie due figli e la poesia.




 

Giuseppe Bonura

20.07.2018 - fsdForce (http://bestbuymaleenhancement.com/)
cheap viagra <a href="http://bestbuymaleenhancement.com/">viagra online without prescription</a> buy viagra without prescription <a href=http://bestbuymaleenhancement.com/>viagra online</a>

19.07.2018 - fsfSoymn (http://cialisgretkjss.com/)
cialis tadalafil <a href="http://cialisgretkjss.com/">cialis pills</a> cheapest cialis <a href=http://cialisgretkjss.com/>cialis reviews</a>

19.07.2018 - jfgOraft (http://viagrafolec.com/index.html)
real viagra for sale <a href="http://viagrafolec.com/index.html#">viagra sample</a> what is viagra <a href=http://viagrafolec.com/index.html#>sildenafil citrate generic</a>

18.07.2018 - hwdOvari (http://erectiledysfunctionmedicinesus.com/)
viagra uk <a href="http://erectiledysfunctionmedicinesus.com/">viagra</a> generic viagra <a href=http://erectiledysfunctionmedicinesus.com/>buy cheap viagra</a>

18.07.2018 - mukhappy (http://dejviagram.com/)
low price viagra <a href="http://dejviagram.com/">viagra from india</a> generic viagra <a href=http://dejviagram.com/>viagra australia</a>

Clicca qui per commentare
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 494 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 Avanti